SEI IN > VIVERE CARPI > ATTUALITA'
articolo

Per contrastare il clima arrivano 1.300 tra alberi, erbacee e arbusti

2' di lettura
10

Messa a dimora di alberature, arbusti ed erbacee realizzando nuovo arredo verde di aree pubbliche per migliorare la vita e la salute dei cittadini, valorizzando anche il decoro urbano e mitigando la concentrazione di CO2 in città: sono gli interventi volti al contrasto del cambiamento climatico approvati dalla Giunta comunale, per una spesa di 115 mila euro.

L’obiettivo che si prefigge l’Amministrazione è « implementate i servizi ecosistemici, l'incrementare di alberi e arbusti sul territorio e la valorizzazione estetica delle aree a maggior transito». I lavori riguarderanno diverse aree per una superficie totale di quasi 20 mila metri quadrati, con complessivi 1.300 esemplari tra alberi, arbusti e specie erbacee.

Afferma Andrea Artioli, assessore a Patrimonio Verde e Patto per il clima: « In un sistema urbano in costante mutamento, la cura del verde pubblico assume una rilevanza decisiva per la vivibilità del nostro territorio. Il lavoro del Comune è stato duplice: da una parte la valorizzazione estetica del paesaggio ad alta frequentazione, dall'altra l'aumento di essenze arboree e arbustive presenti sul nostro territorio con l'obiettivo di migliorare la capacità del sistema urbano di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici. L'intervento di riqualificazione con opere a verde rappresenta uno sguardo verso il futuro: creare le basi per una città in cui si viva meglio in termini di salute e di relazioni interpersonali. »

Nel corso 2024 saranno interessate le strade principali di accesso alla città, in particolare con la valorizzazione di quattro rotatorie: quella tra via Cattani e la tangenziale “Losi”, tra via Cattani e via Ugo da Carpi, tra via Morbidina e la tangenziale “Losi” e quella tra via Guastalla e viale dell’Industria. Inoltre i lavori riguarderanno anche la banchina rettilinea già esistente su viale dell’Industria nell'intersezione con via della Meccanica.





Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2024 alle 11:13 sul giornale del 06 aprile 2024 - 10 letture






qrcode